Kim Wilson è uno dei grandi riferimenti odierni dell’armonica Blues. Dopo aver esordito con i Fabulous Thunderbirds, insieme all’eccezionale Jimmie Vaughan (fratello di Stevie Ray Vaughan), Keith Ferguson, Mike Buck, ha portato avanti un progetto di “blues review” dove ha dimostrato la sua devozione per i grandi autori del Blues e la grande maestria come cantante, inteprete e soprattutto armonicista di Blues e Rhythm & Blues della scuola classica.

 

kim wilson

Wilson è nato a Detroit, Michigan nel 1951. Cresce a Goleta, in California, dove inizia ad esibirsi con il nome di “Goleta Slim”, inizia con il blues negli anni 60 sotto la guida di artisti come Muddy Waters, Jimmy Rogers, Eddie Taylor, Albert Collins, George “Harmonica” Smith, Luther Tucker e Pee Wee Crayton e le sue influenze armonicistiche sono state quelle di Little Walter, James Cotton, Big Walter Horton, Slim Harpo e Lazy Lester.

Fu anche band leader degli “Aces, Straights and Shuffles” a Minneapolis, Minnesota e la band pubblico un singolo. Nel 1974 si trasferì ad Austin dove formò i Fabulous Thunderbirds con il chitarrista Jimmie Vaughan.

 

You have to get the feel. You have to have the sound. If you can’t get the sound, there’s no sense in even being up there. You can play all the licks that you want, but if you’re not getting the sound, what good are they?
– Kim Wilson

Devi avere il feel. Devi avere il sound. Se non riesci ad avere il sound, non ha senso salire lassù. Puoi suonare tutte le frasi che vuoi, ma se non hanno il suono, quanto sono valide?”
– Kim Wilson

 

Lo stile:

Kim Wilson è oggi riconosciuto come uno dei migliori Blues tradizionali dei nostri tempi. Le influenze che lo caratterizzano si sentono tutte, senza però che venga nascosta la sua personalità – un solido modo di suonare, tradizionale, che non fa assolutamente rimpiangere i grandi del passato ai quali si ispira. Interessante scoprire, però, che Kim Wilson – con i Fabulous Thunderbirds – ha introdotto l’armonica in un ambiente che va oltre il Blues classico, potendo essere considerato come uno dei primi armonicisti Rock Blues (visto il repertorio non proprio standard e carico di spirito Rock N Roll dei Fabulous Thunderbirds stessi).

Il fatto che Kim Wilson abbia avuto il suo vero debuto con la band di Texas Rock Blues dei T-Birds, non significa però che non sia un tradizionale: la sua bravura nel suonare i classici del Blues, mescolando le influenze di Sonny Boy Williamson II a quelle di Little e Big Walter e George “Harmonica” Smith (le più evidenti) rende chiari gli ambienti che frequenteva e quali artisti lo abbiano davvero influenzato. Wilson, infatti, faceva parte del circuito dei grandi maestri: Muddy Waters – su tutti – lo ha citato come il miglior armonicista dai tempi di Little Walter.

Non deve trarci in inganno il modo di suonare di Kim Wilson: nonostante sia un “tradizionale”, i suoi fraseggi infatti sono ricchi di note, articolati e molto musicali e non ha nessun problema a spostarsi dal terreno del Blues classico per tornare a quello del Rock Blues e del Soul. Wilson, infatti, oltre alla sua “Kim Wilson Blues Revue” (spesso “All Stars Blues Band” come la chiama, visto il calibro dei musicisti che militano nella formazione) continua a suonare con i rinnovati Fabulous Thunderbirds: le uniche due cose rimaste della band originale sono il nome e Kim Wilson stesso.

Ascolti suggeriti:

Girls Go Wild – quest album dei Fabulous Thunderbirds è un ascolto fondamentale per ogni Blues band

Tiger Man – la maestria di Kim Wilson nel suonare Blues è ampiamente dimostrata in questa sua opera

My Blues – una selezione da quello che può essere considerato il “capolavoro” di Wilson

Blues & Boogie Vol. 1 – album uscito nell’Ottobre 2017 che conferma Wilson tra i grandi maestri

Ice Water Blues – un classico di DeFord Bailey