Ogni mercoledì, dal 26 settembre, al Nasty Boys Saloon di Treviso c’è la Nasty Blues Jam Session.

 

 

Organizzata con Davide Lipari, la house band è composta da Davide Lipari & The Blue Cats e ci sono io come armonicista, insieme a Giorgio Gebhard alla batteria e a Massimo Fantinelli al basso – con il quale suono già nella Riccardo Grosso Blues Band.

 

Se fosse una jam session in senso largo del termine, sarebbe quello che oggi verrebbe definito un “open mic”: il palco aperto. Si sale guidati, certamente, da qualcuno ma si improvvisa totalmente. Si può anche salire con la propria band e si suona, praticamente, ciò che si vuole. A volte questi spazi sono usati anche come audizione per le band per eventuali ingaggi nel locale.

 

Una jam session blues – come per le jam session jazz, d’altronde – prevede che si conoscano degli standard attorno ai quali poi improvvisare. Non basta conoscere il giro di accordi e la scala blues o pentatonica, c’è molto altro.

Questo non deve spaventare, dobbiamo vederlo tutti come un punto di partenza per suonare divertendoci, in un campo di gioco definito all’interno del quale divertirci, appunto, e trovare stimoli per imparare – anche – nuove cose.

 

 

 

Le Linee Guida della Jam Session.

 

Se è la prima volta che affronti una jam session, ti indico delle informali linee guida che ti possono aiutare a capire come funziona e come spremere al massimo l’esperienza che questi appuntamenti riescono ad offrire.

 

– Siamo ad una jam session BLUES: è organizzata, condotta ed ospitata da persone che amano suonare ed ascoltare blues dal vivo. Se vuoi partecipare alla jam per suonare brani al di fuori di questo regno, forse dovresti prima venire ad ascoltare e capire cosa facciamo.

La jam inizia intorno alle 21.30, la house band suona 5-6 brani quindi si apre il palco ai partecipanti, chiamati dal conduttore, e si jamma per circa 90 minuti. Poi la house band chiude la serata con 3 brani.

I partecipanti vengono chiamati in ordine di arrivo e iscrizione alla jam. Si cerca di lasciare sul palco ogni musicista che jamma per almeno 3 brani, sempre con qualche membro della house band presente, in funzione anche del numero di strumentisti disponibili.

Cerchiamo con tutti gli sforzi di far suonare tutti nella cornice di tempo disponibile, ma questo non è sempre possibile. Potrebbe succedere che per questione di esperienza e disponibilità, venga data la precedenza a qualche musicista

Non serve portare alcun amplificatore. Forniamo un backline completo (batteria, ampli per chitarra, ampli per armonica, ampli per basso). Portate solo gli strumenti e le bacchette.

Se avete strumenti particolari (percussioni, tastiere, strumentazione particolarmente ingombrante) vi preghiamo di arrivare al Nasty Boys intorno alle 19.30 per arrangiare spazi e impianto.

Per orientarci meglio nella scelta e direzione dei brani e di che cosa possa essere una cornice Blues per una Jam Session che abbia un contesto preciso, c’è un PDF che era ospitato sul sito www.jt30.com (ottimo sito che parla di microfoni Astatic) e che metto a disposizione per il download – la house band conosce quasi tutti questi brani in una versione o in un’altra. Lo trovi sotto alle foto.

Se volete fare un brano in particolare, chiedetelo alla house band prima di salire sul palco per confrontarci.

– Un articolo che può aiutarci come armonicisti alle jam è questo.

 

Vi suggerisco di iscrivervi al gruppo Facebook delle Nasty Blues Jam per rimanere aggiornati e scambiarci informazioni e aggiornamenti.

 

Grazie e ci vediamo sul palco!

 

Blues Cheat Sheet:

* su youtube trovi quasi tutte le versioni originali dei brani che ci sono nel PDF. Molti sono anche all’interno del gruppo Nasty Blues Jam.

 

Chicago Blues Playlist

un ottima playlist Spotify per iniziare ad avvicinarsi al mondo del Blues dalla porta principale, quella del Chicago Blues.