L’altra sera, mentre stavo cucinando, ho fatto una cosa rarissima: ho acceso la TV. Facendo zapping, senza prestare troppa attenzione, sono finito intorno alle 8 di sera su IRIS dove ho riscoperto una serie TV della mia infanzia “Renegade”.

Una serie che, vista oggi, risulta piuttosto pacchiana nei contenuti ma ha una caratteristica che mi ha sempre attratto: la sigla. Sì, perché nella sigla iniziale (e in buona parte della colonna sonora del telefilm, a dire la verità) c’è un’armonica suonata in modo stupendo.

Il brano è composto da Mike Post, che ha firmato anche le sigle di serie come Riptide, A-Team o Magnum P.I.:

 

mentre l’armonica è suonata da Stanley “The Baron” Behrens. 

Behrens, nato nel Bronx di New York, è un super turnista e virtuoso dell’armonica. Tra le sue collaborazioni spiccano quelle con Jimmy Smith (su ben 3 album), con i Black Sabbath e con gli War, oltre a quella con Willie Dixon per l’album “Ginger Ale Afternoon”. E’ uno di quegli armonicisti che meritano attenzione, per l’estrema versatilità e il grande gusto che mette sempre nei brani.

La sigla di “Renegade” rappresenta, invece, uno di quei pochi appigli costanti che avevo a disposizione negli anni 90, mentre iniziavo a scoprire l’armonica. Era un brano con un’armonica suonata in modo solido che potevo ascoltare tutti i giorni e studiarlo, per capire come si potesse suonare questo bellissimo strumento. Inoltre, nella mia mente di adolescente, rappresentava il Texas, quegli spazi dove tutto poteva accadere (un po’ come nel telefilm).

 

 

Il brano è suonato su due diversi momenti. Il primo è quello dove l’armonica suona il riff evocativo di apertura che è composto da una domanda e da una risposta suonate molto vicino tra il foro 4 aspirato (usando a volte il 5) e un glissando verso il 2 aspirato. In questa parte succedono trilli, glissando e bending.

Questa prima parte è suonata con un’armonica in SOL in seconda posizione, il brano è in RE.

Il secondo momento è quello suonato in terza posizione che corrisponde all’assolo. Viene suonato su un’armonica in DO ed inizia ad 01.03. Dura 20 secondi e lo suona sull’ottava bassa e centrale dell’armonica.

 

Interessante è anche la composizione. Dopo il riff iniziale di chitarra, l’armonica suona sulle prime 4 misure di un giro di 8. A questo giro segue un giro di 12 misure. Il solo di armonica è su un giro di 9 misure e la chiusura è un giro di 4 misure. Tutto questo accade in un minuto e diciassette secondi di brano. Ottimo come allenamento anche all’ascolto al di fuori del giro Blues classico.

 

Intro:

renegade intro

 

 

Secondo Giro:

renegade second chorus

 

 

Solo (III Posizione – armonica in DO):

renegade solo

 

Finale:

renegade ending

 

Questo brano, così breve ma carico di eventi, è un ottimo allenamento tra cambio di posizione, uso dei bending e dei glissandi. Considerando che si usa un’armonica in SOL che richiede un certo controllo dell’aria e un DO, sul quale spesso siamo abituati a suonare, è importante anche per l’uso dei bending in maniera corretta e con il giusto dosaggio d’aria.

 

Buona armonica!

 

Cliccando qui sotto puoi scaricare la tablatura in PDF.

 

Download Renegade PDF